Dario Sammartino e Alessio Isaia fuori dall’EPT Deauville

Il mondo del poker texano ci riserva purtroppo una delusione; finisce infatti il sogno di una doppietta azzurra all’EPT Deauville, dopo l’amara eliminazione di Dario Sammartino e Alessio Isaia.

Il primo ad uscire è stato il napoletano, in un cooler con il finlandese Maenpaa, autentico spauracchio per i giocatori di casa nostra.

Sammartino era in vantaggio, ma al flop le cose cominciano ad andare male e, nonostante Dario tenga duro, purtroppo anche turn e river non gli sono favorevoli. Alla fine uscirà con un 38° posto, ma avrebbe meritato molto di più.

Anche Alessio Isaia, esce, e prende lo stesso premio del collega (14.010€). Dopo circa 70 minuti erano entrambi fuori dai giochi.

Ecco però, che come spesso avviene nel poker, arriva il colpo di scena, ovvero la scalata al chipcount  di Carlo De Benedittis, italiano trasferitosi in Francia, che nei primi giorni dell’evento appariva nei report ufficiali associato alla bandiera transalpina, ma che prima del Day 4 ha chiesto, ed ottenuto, la correzione.

Quest’altro azzurro, era quindi rimasto fuori dai nostri radar, ma nel corso della giornata il molisano è tornato sotto il vessillo italiano, pur vivendo attualmente all’estero.

Short da due giorni, De Benedittis ha proseguito in modo molto agguerrito il suo percorso di gioco e, alla fine, è riuscito a scalare la top 16 dei player destinati a lottare nel final table, piazzandosi al quindicesimo posto, con 417.000 gettoni.

Ecco la top 16 completa:

  1. Sotirios Koutoupas (GRE) 2.695.000
  2. Chun Ho Law (UK) 2.579.000
  3. Tatu Maenpaa (FIN) 1.921.000
  4. JP Kelly (UK) 1.801.000
  5. Florian Ribouchon (FRA) 1,719,000
  6. Alex Goulder (UK) 1.365.000
  7. Oliver Price (UK) 1.275.000
  8. Eli Heath (UK) 1.191.000
  9. Alexandre Amiel (FRA) 1.174.000
  10. Eugene Katchalov (UKR) 1.002.000
  11. Anthony Lerust (FRA) 839.000
  12. Dimitri Holdeew (GER) 637.000
  13. Rustem Muratov (RUS) 548.000
  14. Jean-Yves Malherbe (BEL) 476.000
  15. Carlo De Benedittis (ITA) 417.000
  16. Bahram Chobineh (IRA) 327.000

I nomi dell’inglese JP Kelly, quarto a chipcount, e dell’ucraino Eugene Katchalov, decimo, sono i più noti, ma la speranza in un nuovo miracolo italiano è senza dubbio suggestiva.