Poker Texano: tra i migliori film di sempre c’è Rounders

Il gioco al tavolo verde conta ogni anno milioni e milioni di appassionati in tutto il mondo. E’ per questo che anche l’industria cinematografica negli anni si è interessata al poker texano, realizzando delle pellicole che sono rimaste nel cuore di molti cineasti nonché pokeristi incalliti. In questo articolo parliamo di “Rounders”.

Rounders – Considerato uno dei film cult del poker, “Il giocatore” è una pellicola del 1998, diretta da John Dahl. Noto anche con il titolo “il piacere del rischio”, questa pellicola vede Matt Damon nei panni di un giovane laureato in giurisprudenza, Mike McDermott, che cerca di far fortuna con la sua bravura al tavolo verde. Purtroppo gli capita di avere a che fare con uno strozzino, Teddy KGB, e per lui iniziano i guai. Mike alla fine riesce a scamparla vincendo in una partita di poker texano proprio contro il suo aguzzino e mette da parte anche dei soldi per giocare nel circuito delle WSOP.

Il film ha avuto molto successo sia in America che nel nostro paese. Fuori dai set cinematografici Matt Damon si è rivelato essere un abile player anche nella vita reale, partecipando ad alcuni tornei live americani come il World Poker Tour e le stesse World Series of Poker di Las Vegas insieme all’amico (e attore) Ben Affleck. Tra le curiosità riguardanti Rounders, va segnalat la presenza di alcuni player professionisti come Johnny Chan, che nella sua carriera ha vinto diversi braccialetti delle WSOP e un cameo di Erik Seidel, tra i player più vincenti di tutti i tempi e 4° nella All Time Money List (The Hendon Mob)con 20 milioni vinti nei tornei live.

Il film contiene molte frasi che sono diventate celebri.  Ecco a voi qualche aforisma ripreso dalle scene più salienti della pellicola: “qualcuno ha detto che la vita si gioca in un colpo solo, il resto è attesa”; “se non riesci ad individuare il pollo nella prima mezzora, allora il pollo sei tu” (frase di Amarillo Slim, leggenda del poker); “ho imparato a vincere un po’ alla volta, ma alla fine ho capito questo: se stai troppo attento la tua vita diventa un merdoso tirare a campare”; “la chiave è giocare sull’avversario non sulle tue carte”; “ci sono alcuni che ritengono la texana l’unico vero gioco rimasto”. E infine: “pochi giocatori ricordano le vincite, anche se sembra strano, ma ognuno ricorda con esattezza le sconfitte della propria carriera”.

Insomma, Rounders rimane uno dei migliori film di sempre per quanto riguarda il poker texano anche se nella pellicola ci sono riferimenti anche ad altre varianti di gioco come il 2-7 triple draw!