Poker Usa: il texas hold’em non ha età

Il poker texano per gli americani è sempre stato un passatempo molto apprezzato sia da giovani che da persone più in là con gli anni fa scalpore che il 73enne Doug Milner abbia vinto oltre 200 mila dollari giocando in un famoso  circuito americano: l’Heartland Poker Tour.

Doug Milner, vincitore a 73 anni – Nel nostro Paese sono tante le persone anziane che si dedicano agli scacchi, piuttosto che ai giochi di carte, passando per cruciverba e altri passatempi che servono ad allenare la memoria e a tenere attiva la mente di chi è già nella fase della terza età. In America, invece, il poker rappresenta uno degli hobby più praticati anche da chi ha passato i settant’anni.  Lo sa bene Doug Milner che nella tappa di  Black Hawk  del noto circuito “Heartland Poker Tour” ha messo in riga parecchi giocatori portando a casa la prima moneta del torneo.

Milner ha vinto il Main Event. Per lui il primo premio è stato di 230.582 dollari a fronte di un buy in di oltre 1600$. Alla kermesse avevano partecipato numerosi player e il field contava 731 giocatori. Tra questi c’erano anche volti noti del poker texano come Greg Reymer, Dan O’Brien,ecc.  Il vecchio Milner ha battuto in head up Colin York che si è aggiudicato un secondo posto del valore di 142.857$. Le dichiarazioni del buon Douglas Milner alla vittoria del primo posto del torneo sono state queste: “questi 230.000 dollari cambieranno la mia vita. La mia pensione era già buona di per sé ma non era eccezionale.”

Insomma, Doug Milner è riuscito a vincere un evento così importante e a ottenere un premio considerevole che lo aiuterà sicuramente a vivere agiatamente quel che resta della sua vita, e chissà che non decida di diventare un Pro di poker texano alla sua tenera età.