Sergio Castelluccio: “Las Vegas, arrivo!”

Alle World Series mancano ancora alcuni italiani. E’ il caso di Sergio Castelluccio che in una recente intervista ha dichiarato che presto partirà per la Sin City per prendere parte ad alcuni degli eventi  di poker texano in programma prima del Main Event.

Castelluccio a Vegas – L’anno scorso questo professionista italiano ha fatto sperare in un possibile campione del mondo italiano arrivando a pochi piazzamenti dal tavolo finale dei november nine: il pro campano in quell’occasione si è aggiudicato il 14° posto del valore di 451 mila dollari. Quest’anno “ilgeniodelletartarughe” non vuole essere da meno e presto lo vedremo più determinato che mai nel giocare ai tavoli dei tornei previsti dal palinsesto delle World Series. La sua partenza è prevista per il 22 giugno e nella sua agenda sono già in programma alcuni eventi di Texas Hold’em in modalità No Limit per prepararsi in vista del Main Event.

Sergio Castelluccio  ha intenzione di giocare gli MTT da 1000$ e 1500$. In questi tornei il field è formato specialmente da player amatoriali che rendono ai professionisti più facile l’impresa di andare a premio. A quanto emerso dalle ultime notizie, il pro campano ha intenzione di disputare 2 eventi da 1000$, 1 da 1500 e un terzo da 5000$, tutti in modalità NLHE. Durante le sue 3 settimane di soggiorno, “ilgeniodelletartarughe” non ha programmato sessioni di gioco cash per mantenere la concentrazione sui tornei visto che il suo obiettivo principale al Rio Casinò è quello di rimettersi alla prova nel Main Event e di cercare di fare meglio dell’anno scorso, se possibile.

Il player di poker texano, vincitore di numerosi tornei su PokerStars, spera di poter migliorare la performance rispetto alla precedente stagione anche se quest’anno il field si preannuncia molto competitivo visti i 10 milioni in palio per il vincitore del Main Event. Inoltre, tra i pro italiani che Castelluccio stima e che vede favoriti per un buon piazzamento nell’evento principale delle WSOP ci sono i giovani emergenti come Mustapha Kanit e Dario Sammartino e il torneista Andrea Dato. Insomma, a Las Vegas quest’anno gli italiani non temono nessuno.