Steve Ruddock a Ferguson e Lederer: “il mondo del poker non è pronto a perdonarvi”

Lo scandalo del “Black Friday” del 2011 ha coinvolto molti player statunitensi. Per questo motivo, il giornalista di poker texano, Steve Ruddock, ha scritto una lettera aperta a Chris Ferguson e Howard Lederer per invitarli a non presentarsi alle WSOP 2014.

WSOP 2014 senza Ferguson e Lederer? – Da qualche settimana sui più noti forum dedicati al poker era trapelata la notizia per cui gli ex vertici di Full Tilt Poker, avessero intenzione di partecipare al famoso circuito di poker texano di Las Vegas. Nelle varie community molti sono stati i pareri contrastanti, tuttavia, Steve Ruddock, giornalista americano, ha espresso chiaramente la sua opinione a riguardo sostenendo in una lettera aperta a Ferguson e Lederer che il mondo del poker non è pronto per rivederli giocare al tavolo verde come se niente fosse successo.

Ruddock nella sua invettiva, c’è andato giù pesante. Il player/giornalista ha scritto: “La vostra presenza alle WSOP 2014 metterebbe ogni giocatore colpito dalla vostra ignoranza/mala gestione/ruberia (siete colpevoli almeno di una di queste tre cose, magari pure di tutte e tre) in una situazione non molto diversa da quando sono costretti a lavorare con una persona che ha derubato a casa loro e alla quale è stato ordinato di restituire il maltolto, cosa che hanno fatto tre anni dopo”. Steve Ruddock ha anche detto che nonostante PokerStars si sia fatta carico dei debiti di Full Tilt Poker e che molti siano stati rimborsati, gli utenti della vecchia red room non hanno dimenticato i 3 anni passati ad aspettare che i loro soldi venissero sbloccati.

A queste parole, è poi seguito un consiglio che sembra più che altro un avvertimento. Il cronista americano ha scritto “Oggi nessuno vi vuole. Al tavolo sareste riempiti di sguardi cattivi. Quando sarà tempo di tornare, la comunità del poker ve lo farà sapere. Comincerete a vedere topic sui forum in cui la gente si chiede che fine avete fatto e le risposte seguenti non saranno al vetriolo come lo sono oggi”. E ha poi concluso:Un giorno vi sveglierete e capirete che le cose sono diverse, che il mondo del poker texano sarà diverso. Alcuni non vi perdoneranno mai, ma sono sicuro che prima o poi sarete riaccolti.

In conclusione, nonostante nelle ultime settimane sia emersa la notizia di una partecipazione di Chris Ferguson e Howard Lederer alle WSOP 2014, molti player, tra cui il giornalista Steve Ruddock, non sono pronti per rivederli giocare ai tavoli del famoso circuito di poker texano.