WPT National, in Danimarca il poker è in rosa

Al WPT National Vejle, svoltosi in Danimarca, a giocarsi la vittoria finale sono arrivate due donne: Mette Louise Christiansen e Tina Christensen. È la prima volta che succede in un torneo del WPT.

POKER TEXANO – Siamo nel 2014, e ormai di lavori prettamente maschili o prettamente femminili ne sono rimasti ben pochi. Eppure c’è un mondo, quello del poker live, che fatica ancora ad aprirsi alle donne. Non in Danimarca, dove al WPT National Vejle, qualche giorno fa, a contendersi una prima moneta di 528.570 corone danesi (circa 70.000 euro), sono arrivate proprio due esponenti del gentil sesso: Mette Louise Christiansen e Tina Christensen. E non si trattava di un Ladies Event, ma di un torneo aperto a tutti.

Al WPT National Vejle, infatti, hanno partecipato in 260: Louise e Tina erano le uniche donne ad aver raggiunto il final table. Già questa di per sé sarebbe stata una notizia non certo comune, ma il fatto che entrambe siano arrivate all’heads-up rappresenta una prima volta in assoluto nel circuito del World Poker Tour.

IL TAVOLO FINALE – All’inizio dell’heads-up, Tina era in netto vantaggio: 5 milioni di chip contro 1,5 di Louise. La Christiansen però ha recuperato, fino alla mano conclusiva: 6-6 per lei, K-5 per la sua avversarie e addirittura un terzo 6 al flop per chiudere definitivamente la contesa. Un avvenimento che è stato sottolineato anche da Mickey Petersen, forse il secondo giocatore danese più famoso al mondo dopo Gus Hansen, che si è chiesto se mai due donne fossero arrivate a giocarsi un premio così alto in heads-up in un evento open.

Ecco il risultato del tavolo finale del WPT National Vejle (i premi sono indicati in corone danesi):

  1. Mette Louise Christiansen 528.570 DKK
  2. Tina Christensen 370.880 DKK
  3. Keld Skov 238 560 DKK
  4. Kim Velbæk 176 560 DKK
  5. Jesper Vistisen 132 530 DKK
  6. Ulrik Pedersen 106.030 DKK
  7. Jacob Pilgaard 88.050 DKK
  8. Martin B. Hansen 70.530 DKK